Analisi Forex GBP/USD

di Paolo Valori Commenta

Photo Credits - Shaun Curry - AFP - Getty Images - 83912346Sterlina Inglese e Dollari Statunitensi (GBPUSD)

La coppia Sterlina Inglese e Dollaro Statunitense (GBP/USD) ha avuto un recupero rialzista che si è bloccato sotto la resistenza chiave. GBP/USD durante la scorsa settimana hanno recuperato a 1,6227, un recupero che ha eliminato la fornitura a 1,6127. 

Gli indici tecnici in questione  si sono spostati per via di un acquisto aggressivo e quella che è stata una chiara visione propensa a rialzarsi. GBP/USD si è ritrovato a recuperare da un calo non indifferente, un calo di 1,5890, un recupero che potrebbe vedere una chiara e continua proroga che porterebbe GBP/USD ad una forza non indifferente di 1,6270, un massimo del 1 ottobre 2013.

Proprio sotto questa analisi si evince che i livelli di supporto si trovano a 1,6130; 1,5759 massimo 17 giugno; 1,5726 che è una media mobile a 65 giorni; 1,5600 una resistenza che è diventata un supporto; 1,5471 che p una media mobile a 200 giorni.

Meritano molta attenzione quelli che sono i livelli di resistenza che si troveranno ad entrare in azione a 1,6170 (massimo 4 ottobre); 1,6270 (massimo 1 ottobre) e per finire 1,6343 (massimo del 2013).

Per il resto i piccoli traders continuano a non convincere. Infatti le statistiche degli stessi piccoli trades non sono affatto convincenti. In molti si ritrovano a chiedere se sia opportuno comprare ora i mercati finanziari.

Gli ultimi dati forex avavano registrato Influenza sullo Yen, euro dollaro degli USA e L’influenza USA sulle valute. Del resto, dopo tutta la lunga questione dello shutdown e dell’accordo spigoloso tra il partito dei Repubblicani e dei Democratici, si era verificato che Il dollaro sotto forti pressioni.

Photo Credits – Shaun Curry – AFP – Getty Images