Analisi Tecnica: Usd/Chf

di Francesco Giocondo Commenta

usdchfIl cambio tra US Dollar e Swiss Franc ha visto negli ultimi giorni un crollo notevole superiore al 50% del range minimo-massimo del movimento partito nel Marzo 2008. Il quadro di breve quindi sente la forza del trend principale al ribasso, e perde terreno appoggiandosi alla dinamica di lunghissimo periodo. Potrebbe riservare altre soprese il cross, poichè nella sua salita degli ultimi mesi ha mancato di molti pips il target a 1,25: un’inversione della tendenza di breve a long tenterebbe quindi il recupero di quest’area “mancata” dal precedente movimento. Al contrario, una prosecuzione del trend ribassista troverebbe conferma al di sotto dei 1,05: il movimento che nascerebbe però si troverebbe al di sotto una serie di supporti dinamici e statici che rallenterebbero l’eventuale caduta verso i 0,95. Primo su tutti quello passante a 1,01 se non sarà violato con decisione riporterebbe le quotazioni a contatto con la media mobile lenta in poco tempo.

Un rimbalzo potrebbe avere luogo nei prossimi giorni, il quale sarà necessario a scaricare la “tensione” accumulata sull’oscillatore RSI ora in zona di ipervenduto. Il rialzo non sarà inversione finchè non passerà con volumi crescenti la dinamica rossa passante per 1,12. Fino a quel livello dunque permane la negatività sfruttabile in intraday sui time frame anche più lenti come l’orario.