Andamento oro – maggio 2012

di Roberto 1

Il mese di maggio è appena cominciato, ed è pertanto giunto il momento di domandarsi quale potrebbe essere l’andamento dell’oro – importantissimo e primario bene rifugio in tempi di crisi – durante il mese in corso. Lo spunto ci è offerto ancora una volta dalle difficoltà congiunturali nelle quali sono cadute in maniera perfino più profonda alcune economie europee (Spagna in primis) e dall’instabilità della domanda da parte di alcuni dei più grandi compratori tra i mercati emergenti internazionali.

I primi sentori di una possibile parentesi di debolezza dell’oro si sono avvertiti sul mercato indiano. Il festival di Akshaya Tritiya, evento generalmente considerato come molto favorevole per l’acquisto di metalli preziosi, e celebratosi nel subcontinente qualche giorno fa, non ha soddisfatto gli operatori del settore, con UBS AG che ha affermato come la domanda sia stata su livelli inferiori a quelli delle principali attese degli analisti.

“La domanda di oro in India è un problema” – ha commentato in merito Lance Roberts, amministratore delegato della Streettalk Advisors di Houston. “L’interesse verso l’acquisto di oro, in India, sta diventando anemico” – ha poi replicato Shiyan Wang, analista della Barclays Capital di New York. Lo stesso si può purtroppo affermare per altre nazioni asiatiche, come la Cina e il Giappone, che non sembrano – da sole – riuscire a compensare le flessioni riscontrate altrove.

COME INVESTIRE NELLE COMMODITIES

Ma non solo: a preoccupare gli investitori in oro è anche quanto accade all’interno del mercato europeo, con la crisi spagnola sempre più profonda. L’oro potrebbe effettivamente elevarsi a ruolo perfino più marcato di oggi per quanto concerne la sua funzione di bene rifugio, ma a lungo andare il rischio è che le turbolenze dei mercati possano pregiudicare perfino il lungo rally del metallo prezioso, del quale si è avvertito qualche preoccupante sentore nelle ultime settimane.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.