Bitcoin stabile dopo il tonfo

di Daniele Pace Commenta

La SEC ha detto no alla moneta criptografata perché non garantirebbe sicurezza, in quanto viene scambiata su molti mercati non regolamentati.

Il Bitcoin oggi sembra essere stabile sui mercati valutari, dopo il tonfo di venerdì scorso quando la Commissione sulla Sicurezza e Scambi degli Stati Uniti, la SEC, aveva bocciato la moneta criptografata che aveva chiesto di essere quotata al ETF. Il tonfo era stato grande e il Botcoin aveva subito una quotazione al ribasso fino a 980 dollari. Oggi, il Bitcoin, è di nuovo a 1237,81 sul dollaro, con una crescita del 6,92% dall’apertura in mattinata.

La SEC ha detto no alla moneta criptografata perché non garantirebbe sicurezza, in quanto viene scambiata su molti mercati non regolamentati. Si chiedeva di collegare due ETF al Bitcoin, ma dopo una battuta d’arresto improvvisa, il Bitcoin ha ripreso la sua ascesa, in attesa di capire cosa deciderà la Cina al riguardo di una regolamentazione della moneta virtuale. Intanto il dollaro torna a salire dopo tre sedute piuttosto al ribasso, figlie delle prese di profitto degli investitori. I dati USA sull’occupazione sono stati migliori delle aspettative, e dopo i profitti, si torna a pensare ad un dollaro più forte con il rialzo dei tassi di dopodomani, ormai certo. L’euro continua a guadagnare, anche per le dichiarazioni del consigliere della BCE e banchiere Belga, Jan Smets, che ha smentito qualsiasi uscita dagli attuali programmi di liquidità.