Conosciamo meglio il piano di ammortamento

di gianni puglisi Commenta

Dopo una dura ricerca, l’attenta analisi dei prezzi e la stipula del contratto di mutuo, finalmente possiamo brindare l’acquisto della nuova abitazione. Ora, però, è bene sapere che l’attenzione dovrà focalizzarsi prevalentemente su un concetto che merita di essere analizzato da vicino: il piano di ammortamento, conosciuto anche come piano di rimborso del mutuo. Vediamo meglio cos’è.

piano di ammortamento

Cos’è il piano di ammortamento? Il piano di ammortamento rappresenta il piano dettagliato della restituzione del capitale prestato e contempla gli eventuali interessi maturati dalla banca. In esso viene stabilito l’importo preciso, la data entro la quale l’intero debito deve essere saldato, la periodicità delle rate, i criteri per determinare correttamente l’ammontare di ogni rata e il debito rimanente.

Le rate da versare di un piano di ammortamento sono composte da due elementi principali: la quota di interesse e quella capitale. La quota di interesse rappresenta gli interessi da versare alla banca per averci prestato i soldi. Tale quota cambia per ogni rata perché il tasso di interesse viene applicato al capitale rimanente del finanziamento.

La quota capitale è invece l’ammontare di denaro prelevato in prestito per acquistare l’abitazione, che viene frazionato per il periodo scelto. Ma man mano che il denaro viene restituito, tramite la quota di capitale, il debito – chiamato anche capitale residuo – diminuirà.

Cos’è il piano di ammortamento alla francese?

Troviamo differenti piani di ammortamento per la restituzione del denaro, il più utilizzato al mondo è il piano di ammortamento detto alla francese, caratterizzato da rate costanti per tutto il periodo di rimborso. Quello che realmente cambia è la composizione della rata: la quota di capitale e quella di interessi assumono due pesi diversi all’interno della medesima rata. La quota di interesse infatti incide maggiormente nella prima rata con rilevanza decrescente lungo l’orizzonte temporale del piano di ammortamento, per dare di conseguenza un rilievo più elevato alla quota capitale che aumenta. Al termine del piano di ammortamento l’intero capitale prestato verrà restituito.

Cos’è il piano di ammortamento all’italiana?

Altro popolare tipo di piano rimborso mutuo è quello all’italiana. Diversamente da quello francese, il piano di ammortamento all’italiana è caratterizzato dalla quota di capitale costante. Tutto ciò comporta che la rata nel corso del tempo risulta essere decrescente, come anche la quota di interessi.

Come si calcola la rata con ammortamento alla francese?

Facciamo un pratico esempio e prendiamo in considerazione un finanziamento dal valore di 100.000 euro da restituire in 20 comode rate mensili – totale 240 – ad un tasso del 2% con una rata costante di 505.88 euro. Nella prima rata da versare la quota di interessi sarà rappresentata dall’interesse mensile calcolato sul capitale da restituire – 100.000 euro -, ovvero pari a 166,67 euro [100.000 euro* (tasso interesse 2% :12 mesi)].

La quota capitale, invece, vedrà i restanti 339.22 euro e verrà sottratta al capitale iniziale per calcolare il capitale residuo (100.000 –339,22= 99.660,78). La successiva rata mensile, sempre del valore di 505.88 euro, avrà una quota di interessi di circa 166,10 € poiché calcolati sul capitale residuo ora diventato di 99.660,78 €, mentre la quota capitale sarà di 339,78 €, essendo la differenza tra il valore della rata costante (505,88€) e la quota interessi (166,10 €), e sarà sottratta al capitale residuo (99.660,78 – 339,78= 99.321,00).

Il calcolo completo del piano di ammortamento prosegue seguendo il preciso schema riportato poco sopra fino alla estinzione definitiva del rimborso totale del finanziamento iniziale.