Crescita manifatturiera Cina dicembre 2012

di Roberto Commenta

Buone notizie per l’industria manifatturiera cinese, che nel corso del mese di dicembre ha subito un rimbalzo molto corposo. La crescita, in accelerazione significativa in fine del 2012, è infatti stata contraddistinta dal passo più sostenuto da due anni a questa parte. Vediamo nel maggior dettaglio quali siano le caratteristiche di questo trend conseguito nell’ultimo mese dello scorso anno, e quali siano le principali aspettative per il 2013 appena cominciato.

Il dato riflette – precisa un comunicato Reuters – “il rafforzamento del flusso d’ordini, sia interni sia dall’estero, e che regala un segnale incoraggiante sull’entità della ripresa della seconda economia mondiale. L’indice Pmi-Hsbc cinese è salito, nella rilevazione flash di gennaio, a 51,9 punti dai 51,5 di dicembre, facendo segnare il dato più alto dal gennaio 2011” (vedi anche Produzione industriale Cina dicembre 2012).

A commentare quanto agito nel corso del dicembre 2012 è stato, sulle pagine della stessa agenzia di stampa, il capo economista di Hsbc Qu Hongbin, secondo cui “nonostante una domanda esterna ancora tiepida, il processo di ricostituzione delle scorte guidato dalla domanda interna andrà probabilmente ad aggiungere forza alla ripresa cinese in corso, nei prossimi mesi”.

L’indice relativo all’andamento della produzione manifatturiera della Cina ha così toccato i massimi livelli da 22 mesi a questa parte nel mese di gennaio, mentre è risalito in territorio di crescita, a 50,1 punti rispetto ai 49,2 punti di dicembre, il sotto indice relativo ai nuovi ordini per l’export. Tale ultimo indicatore era rimasto sotto la soglia dei 50 punti (che denotano un trend di espansione) per nove mesi dei 12 che hanno composto il 2012 (vedi anche Pil Cina 2012 ai minimi dal 1999).

Per quanto concerne il prossimo futuro, è possibile prevedere un potenziale nuovo incremento dell’industria manifatturiera, che sulla base delle stesse determinanti di fine 2012 dovrebbe poter conseguire un’accelerazione della positiva tendenza sperimentata nell’ultima parte dello scorso esercizio. Tra circa un mese vedremo se la scia di crescita è stata prolungata positivamente anche a gennaio 2013.