Cripto: il mercato è ancora piatto, tra notizie buone e cattive

di Daniele Pace Commenta

Bitcoin crescita porta crollo valute?Il mercato delle cripto sta vivendo un mese travagliato, dopo un dicembre da leoni con i grandi rally che lo avevano portato molto su. In questo mese quasi tutte le cripto principali hanno perso fino al 50% del loro valore, un risultato preventivato da molti analisti finanziari che però avevano anche parlato di un nuovo rally, dopo il periodo di confusione.

La previsione si è ora realizzata, e si attende che il mercato si riprenda. Potrebbe ripetersi lo stesso andamento dello scorso anno, quando la primavera fece sbocciare, oltre ai fiori anche il mercato delle cripto, con rialzi a tre cifre. Molti ricordano il famoso maggio e giugno, che vide ad esempio un balzo di Ethereum da 5 a 450 dollari in soli 2 mesi, per poi tornare a 150$. Ma prima c’era stato il crollo del 50%, da 10 a 5 dollari. Questo potrebbe essere invece l’anno del Ripple, che sta seguendo lo stesso andamento, per il momento. Partito da pochi centesimi, il Ripple si è guadagnato la terza piazza stabile per capitalizzazione tra le valute digitali. U rally che lo aveva portato fino a 3,5 dollari, per poi scendere all’attuale quotazione di 1,8. A influenzare molto il mercato sono le varie vicissitudini tecnologiche e legislative, tra proibizionismo cinese sulle ICO e minacce di chiusura i Sud Corea, scongiurate dalle dichiarazione della FCA. L’ultimo intoppo è stato il blocco delle piattaforme di scambio in Giappone, stavolta a causa di un problema tecnico.