Dati usa deludenti: Euro più forte del biglietto verde

di Paolo Valori Commenta

Le richieste di sussidi di disoccupazione e le vendite deboli di case di nuove costruzione che indeboliscono la domanda per il biglietto verde.

C’è un piccolo ribaltone in atto sul mercato del Forex, con l’euro che resta più forte nei confronti del dollaro USA durante la giornata odierna.

Il risultato è dovuto alla delusione sulle richieste di sussidi di disoccupazione e le vendite deboli di case di nuove costruzione che indeboliscono la domanda per il biglietto verde.

Il cambio euro dollaro EUR/USD ha sfiorato quota 1.0782 all’inizio della sessione statunitense; alle 16.42 continua a corteggiare quota 1.08 a 1.0802, in rialzo dello 0.79%.

Il dollaro è andato sotto stress dopo che il Dipartimento del Lavoro ha riferito che il numero di persone ad aver inoltrato richiesta di sussidio di disoccupazione nella settimana terminata il 18 aprile è aumentato di 1.000 unità a 295.000, dal totale della settimana precedente a 294.000.

Gli analisti si attendevano invece che le richieste di sussidi di disoccupazione cadessero tra le 4.000 e le 6.000 unità.

I dati hanno evidenziato inoltre che le vendite di nuove case negli Stati Uniti sono scese dell’11,4% il mese scorso a 481.000 unità, dopo un aumento del 5,6% del mese di febbraio. Gli analisti si aspettavano un decremento del 5,3% a 513.000 unità nel mese di marzo.

Il report arriva un giorno dopo la pubblicazione del dato sulle vendite di case esistenti: la National Association of Realtors ha dichiarato che le vendite di case esistenti sono aumentate del 6,1% il mese scorso a 5,19 milioni di unità, rispetto alle aspettative per un aumento del 3,0%.

L’euro ha fatto registrare una leggera reazione ad un report del gruppo di ricerca di mercato Markit di questa mattina, che ha visto in discesa sia il PMI manifatturierosia il PMI dei servizi dell’eurozona.

Intanto, in Europa deludono anche i PMI di Germania e Francia.