Dollaro stabile, in attesa della Yellen

di Daniele Pace Commenta

Il dollaro si presenta alla riapertura settimanale dei mercati, in posizione stabile anche se leggermente al di sotto dei massimi della giornata.

Il dollaro si presenta alla riapertura settimanale dei mercati, in posizione stabile anche se leggermente al di sotto dei massimi della giornata. Sarà probabilmente una settimana di attesa questa, attesa per le audizione che il governatore della Federal Reserve, Yellen, dovrà tenere alle camere del congresso americano. La Yellen è attesa a dare risposte, dopo la lettera dell’amministrazione del neopresidente Trump, che vuole limitarne l’indipendenza. Ma saranno i prossimi interventi in materia di tassi, ad interessare il mercato. Gli analisti danno solo un 20% di possibilità ad un aumento, da parte della Yellen, per il marzo di quest’anno, e la stessa governatrice aveva annunciato cautela.

Il dollaro viene molto seguito dal presidente Trump, che lo ritiene fondamentale per la sua politica economica, e per le prossime settimane inizierà a rivelare nel dettaglio i suoi emendamenti per la riduzione delle tasse. Allora è probabile che l’inflazione salirà e la Yellen potrà alzare i tassi, seguendo quella cautela, ovvero seguendo l’inflazione, che aveva annunciato in gennaio.

In attesa poi, dell’incontro tra Trump ad Abe, premier giapponese, la coppia USD/JPY continua ad essere la più seguita, confermandosi oggi sotto a quota 114, anche se in mattinata aveva raggiunto quota 11,4,17, segnando il record di febbraio. Il fairplay tra Giappone ed USA, sembra essere il trend anche per le due valute, per scongiurare l’inizio di un’eventuale guerra valutaria.