Domanda mondiale petrolio prossimi 20 anni

di Roberto Commenta

Secondo quanto ha dichiarato l’Agenzia internazionale dell’energia (Aie), la domanda mondiale di petrolio potrebbe crescere del 14 per cento entro il 2035, a quota 99,7 milioni di barili giornalieri. A trainare al rialzo la domanda internazionale dell’oro nero dovrebbe essere principalmente il settore dei trasporti, che dovrebbe garantire un rialzo dei consumi correlati. Ma vediamo cosa a elaborato l’Agenzia nel suo rapporto e quali sono le previsioni per il petrolio nel corso dei prossimi 20 anni.

Nel suo periodico report  l’Agenzia internazionale dell’energia (Aie), che ha alzato di 700mila barili le stime precedenti, prevedendo tra l’altro un prezzo medio per barile di greggio importato dai Paesi membri dell’Associazione peri a 125 dollari al barile entro il 2035, rispetto ai 107 dollari di quest’anno e stime precedenti di 120 dollari.

“La crescita dei consumi di petrolio nei Paesi emergenti, legata soprattutto ai trasporti in Cina, India e Medio Oriente, andra’ a piu’ che compensare il calo della domanda nell’area Ocse aumentando sensibilmente l’uso del petrolio” – spiega una nota Aie, aggiungendo che -il trasporto copre gia’ piu’ della meta’ dei consumi mondiali di petrolio e questa quota crescera’ intanto che il parco auto raddoppiera’ a 1,7 miliardi vetture e la domando mondiale legati ai noli stradali (trasporto di merci) salira’ rapidamente”.

L’Agenzia stima altresì che la produzione dei Paesi non appartenenti all’Opec raggiungerà quota 53 milioni di barili al giorno dopo il 2015 (da meno di 49 l’anno scorso) come conseguenza diretto dello sviluppo della produzione di petrolio c.d. non convenzionale in Nord America e del contemporaneo aumento della produzione al largo del Brasile. Questa fase di crescita continua durerà almeno fino al 2025; scollinato tale termine, il numero scenderà a 50 barili.

Nel mentre, il peso dei Paesi Opec sulla produzione mondiale, attualmente al 42 per cento, aumentera’ al 50 per cento verso il 2035.

Qui il nostro approfondimento recente sull’incremento delle riserve mondiali di petrolio aggiornato all’ultimo report disponibile.