Elezioni tedesche negative per l’euro

di Daniele Pace Commenta

L'euro cala dopo i risultati delle elezioni tedesche, che hanno mostrato una Germania meno salda, politicamente, di quel che ci si aspettava.

merkelL’euro cala dopo i risultati delle elezioni tedesche, che hanno mostrato una Germania meno salda, politicamente, di quel che ci si aspettava. La Merkel ha vinto, ma ha ceduto seggi, specialmente all’estrema destra, da sempre contraria all’Europa, e ora ha difficoltà nel formare il governo. Incertezza dunque, per quelle che erano considerate invece le uniche elezioni europee di quest’anno, in cui non ci sarebbero state sorprese.

E invece, si tratta, per i conservatori, dal peggior risultato dal dopoguerra, e i problemi per Angela Merkel non finiscono qui. Debacle anche per i socialdemocratici dell’Spd, anche loro con il peggior risultato dell’età contemporanea (21%), ma soprattutto senza alcuna voglia di riprendere la Grosse Koalition. Quindi la Merkel dovrà cucire un’intesa con i liberali ed i verdi, mai provata e soprattutto particolarmente difficile per le grandi divergenze su molti temi, in particolare sull’Europa. Da qui la grande incertezza dei mercati, e la possibilità di dover attendere parecchio affinché la Germania riesca a mettere in piedi un governo stabile.

L’euro dunque paga il dazio tedesco e scende sotto quota 1,19 dollari, la più bassa da quasi un mese. La moneta dell’eurozona si attesta ora a 1,1861 dollari, mentre l’estrema destra tedesca, forte del risultato, fa sentire già la sua voce, anche il duo Cdu/Csu ha ancora la maggioranza relativa, attestandosi attorno al 33%.