Euro/Dollaro positivo nonostante notizie contrastanti

di Francesco Giocondo 1

Un’altra giornata di recupero sul cambio Euro/Dollaro; le notizie contrastanti di questi giorni potrebbero indurre a pensare che il cambio sia effettivamente destinato a raggiungere la parità in pochi mesi, ma alla prova dei fatti al momento c’è una tenuta del prezzo che costringe a prendere in considerazione diverse possibilità per l’immediato futuro.

Il collocamento di titoli del debito in Portogallo è stato positivo visto che si parla di 2.3 miliardi di bond a tre, sei e undici mesi, di cui questi ultimi con un rendimento medio pari al 4.986% in linea con le aspettative positive derivanti dalle aste degli altri Paesi.

Altra notizia positiva di oggi è la visione di Fitch; a sorpresa infatti l’agenzia di rating avrebbe dichiarato che non crede al rischio default per l’Italia nonostante sia prossima ad adeguare il suo giudizio sul debito del Bel Paese vicino a quello “spazzatura” con un doppio scalino verso il basso.

Arriva poi Moody’s che da un pezzo non faceva parlare di se: secondo l’agenzia Grecia, Spagna, Portogallo e Italia saranno in recessione nel 2012 ed accuseranno un forte calo dei prezzi del settore immobiliare. Nonostante le prospettive più che catastrofiche sotto questo punto di vista, sembra che il cambio Euro/Dollaro abbia finalmente imparato a lasciar perdere le voci e le indiscrezioni che come sempre sono solo previsioni i persone non del tutto imparziali; il cross più importante del mercato prosegue verso l’alto dopo il rimbalzo sulla statica di Fibonacci che fa’ supporto a 1.2720, andando a sfiorare il top di Venerdì scorso e girando al rialzo gli indicatori più importanti, anche se per parlare di up-trend bisognerà aspettare proprio il recupero dell’area critica vicino al massimo relativo dello scorso close settimanale.

Ancora ininfluenti ai fini del trading invece le indicazioni provenienti dagli indicatori di forza, in forte contrasto tra di loro in una fase estremamente complessa; l’unico segnale esterno al grafico di Euro/Dollaro che si attende per le previsioni di medio dovrà invece arrivare da Usd/Jpy, ancora fermo nel range di incertezza.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.