Euro dollaro: previsioni per la settimana in arrivo

di Valentina Cervelli Commenta

La settimana appena trascorsa ci ha mostrato un cambio euro-dollaro in leggero rialzo rispetto a come erano iniziati gli scambi: in qualche modo si è riusciti a correggere leggermente la rotta dopo la presa di quella che sembrava essere una via al ribasso.

euro

Ed a ben vedere visto che è stato toccato un nuovo minimo da 3 mesi. Va sottolineato, il consolidamento non ha accompagnato una grande volatilità, che invece potrebbe esserci nell’immediato futuro pensando a quelli che saranno i dati diffusi da domani dove spiccano, verosimilmente il Pil tedesco e l’inflazione italiana e statunitense. Non si possono chiudere gli occhi davanti a quelli che saranno degli appuntamenti importanti per le due valute. Il via libera alla riforma fiscale americana avrà sicuramente un effetto sensibile sul dato dell’inflazione, stimata in calo rispetto al periodo precedente.

Non bisogna poi dimenticare che l’inflazione europea potrebbe far fluttuare il cross euro/dollaro se la stessa non sarà in linea con le previsioni degli esperti. Ed ancor più influenza la potrebbe avere il Pil tedesco, essendo la Germania il paese più “pesante” dell’intera zona.

Come si comporterà nella settimana entrante il cambio? E’ importante ricordare che si trova in un area cruciale ovvero sotto 1,1680 ed a seconda della sua capacità di tenere “testa” rispetto alle sue resistenze: solo osservando come si comporterà in tal senso (se scenderà ancora o meno, N.d.R.) si avrà una effettiva idea dei livelli che potrà raggiungere e quanto i dati previsti saranno in grado di colpirlo. In ogni caso sarà necessario tenere bene gli occhi aperti.