Euro forte su franco svizzero? Non per molto

di Valentina Cervelli Commenta

L’euro forte nei confronti del franco svizzero? Non per molto. È evidente che nel mercato monetario al momento il conio elvetico sia in una situazione difficile. Questo non significa però che questo movimento possa durare a lungo.

Il cambio si aggira sotto 1,15: questo significa che al momento la moneta europea unica è più forte rispetto al passato. Il punto è che tale condizione, secondo gli analisti, potrebbe non durare tanto quanto si pensi portando ad un’inversione di rotta nei prossimi mesi. A sostenerlo in particolare è Yann Quelenn, importante analista di Swissquote, secondo il quale il cambio non andrà verso 1,20 e tanto meno pensa che la tendenza attuale possa essere sostenibile nel medio periodo. Ha infatti spiegato:

Non sono perfettamente chiari i fondamentali dietro il recente rialzo del franco svizzero contro la moneta unica: la situazione politico-economica non si è modificata durante l’estate e pertanto riteniamo che l’attuale cambio rappresenti solo un aggiustamento delle quotazioni dell’euro che si sta rafforzando nei confronti delle principali monete del G10 sulle crescenti aspettative di una ripresa dell’Eurozona.

Quelle che erano le tensioni geopolitiche europee sono in fin dei conti passate: il vero problema che rimane da affrontare, sebbene ignorato da qualche tempo secondo l’esperto, è quello del debito greco il quale potrebbe pesare più del previsto sulla forza futura della moneta europea. È questo il reale motivo per il quale non si può escludere che gli investitori decidano di vendere gli euro e di acquistare franchi svizzeri. Solo il tempo potrà dare una più precisa indicazione su come il mercato deciderà di agire.