Germania, la Bundesbank vede nero

di Roberto Commenta

Germania, il Presidente della Bundesbank è pessimista ma non vuole allarmismi: il pil tedesco non precipiterà.

germania51Secondo quanto dichiarato dal Presidente della Bundesbank Axel Weber, il 2009 sarà un anno ancor più difficile di quanto preventivato dalla Banca Centrale poco tempo fa.

Weber ha infatti dichiarato che l’ultimo trimestre del 2008 è stato peggiore di quanto ci si potesse aspettare, che i suoi effetti negativi si faranno sentire su tutto l’anno in corso.

Ricordiamo che la Banca Centrale stimò una contrazione dell’economia tedesca pari allo 0,8%, e una successiva ripresa nel 2010, quando il prodotto interno lordo di quella che è la principale economia occidentale dovrebbe crescere dell’1,2%.

Stando alle affermazioni di Weber, tuttavia, la Germania potrebbe affrontare un 2009 molto più duro.

Il Presidente ha tuttavia voluto evitare eccessivi allarmismi, smentendo la possibilità che l’economia nazionale subisca flessioni ipotizzate dagli analisti di alcune banche private, che danno il Pil tedesco in contrazione anche del 3% durante il 2009.