Ig Markerts sui Btp Italia: analisi

di Paolo Valori Commenta

Photo Credits - Mychele Daniau - AFP - Getty Images - 51391700Nuovo record per i Btp Italia arrivato con la nuova distribuzione. Si aspettava da tempo questa nuova offerta, offerta che è arrivata in un contesto particolare, dalla Analisi Forex GPB/USD fino alla Influenza sullo yen, euro dollaro degli USA. Ma sono i Btp Italia a fare la differenza.

Sono arrivati i commenti da Ig Markerts e dai suoi esperti del settore. Sucramente commenti a caldo quest’ultimi, ma commenti che non potevano non tenere in considerazione la situazione. Per gli esperti di Ig Markerts si deve sottolineare la domanda, una domanda fortemente marcata e che porterà il Tesoro a scegliere per la chiusura anticipata del periodo di sottoscrizione. La chiusura da parte del Tesoro per i Btp Italia è prevista per la giornata di domani, giovedì 7 novembre 2013 ore 14. Un contrasto questa chiusura rispetto all’emissione precedente. Infatti, durante la precedente offerta del Tesoro erano stati assicurate ben due giornate consecutive per la sottoscrizione del titolo. Per Ig Markets e i suoi analisti di settore, la cedola definitiva dovrebbe essere pari al 2,15%, una cedola che confermerebbe il tasso cedolare annuo minimo garantito nonché il tasso cedolare minimo garantito che è stato comunicato nella giornata di ieri.

A rilasciare altre previsioni sulla questione sono state diverse agenzie. Andrea Masciovecchio di Assim Forex ha dichiarato che i risultati che si sono verificati in queste due giornate appaiono decisamente sorprendenti soprattutto se considerati in relazione all’introduzione del limite massimo per i singoli ordini di 500 mila euro e per la cedola minima al 2,15%, cedola che è decisamente più bassa rispetto alle precedenti emissioni.