Il franco svizzero è la valuta più venduta

di Paolo Valori Commenta

Le ultime settimane hanno visto i forex trader particolarmente impegnati nello short sull’euro, principalmente nei confronti di dollaro americano e sterlina britannica. Ma sarebbe opportuno allargare gli orizzonti per comprendere che alcune major sono messe peggio.

L’euro paga le forti aspettative degli investitori circa il rafforzamento del piano di quantitative easing della BCE già a partire da dicembre prossimo (oltre a un possibile taglio dei tassi sui depositi, già ora sotto zero).

Le ultime settimane hanno visto i forex trader particolarmente impegnati nello short sull’euro, principalmente nei confronti di dollaro americano e sterlina britannica. Ma sarebbe opportuno allargare gli orizzonti per comprendere che alcune major sono messe peggio.

 

Da tempo ormai la maggior parte dei broker e delle banche d’affari hanno pubblicato report molto pessimistici sulla valuta europea, ipotizzando un imminente approdo sulla parità.

Bisogna ricordare che dai top di area 1,40 di maggio 2014, il cambio dell’euro nei confronti del biglietto verde si è già svalutato di oltre il 30% e potrebbe quindi approfondire il ribasso nei prossimi mesi. Nonostante ciò nelle ultime settimane la moneta più venduta dai trader non è l’euro, bensì il franco svizzero. La quotazione della divisa rossocrociata, che la propria banca centrale continua a ritenere eccessivamente elevata rispetto ai fondamentali macroeconomici della Confederazione, è in forte calo da un mese circa, in particolare nel cambio con il dollaro statunitense.

Dietro la debolezza del franco si celano le aspettative di nuovi interventi monetari ultra-espansivi della Swiss National Bank, che nei prossimi mesi potrebbe annunciare un nuovo taglio al tasso di riferimento nonostante sia già a un livello nettamente più basso dello zero (-0,75%). Inoltre alcuni rumors vogliono la SNB pronta a intervenire direttamente sul forex, se il franco non dovesse deprezzarsi fino a raggiungere il proprio fair value. Intanto il cambio Dollaro/Franco continua a volare verso l’alto, tanto da evidenziare un rally vicino al 7% con tanto di sfondamento della parità.