Influenza sullo yen, euro dollaro degli USA

di Paolo Valori Commenta

178139331Il dollaro continua a pagare la difficile situazione americana. Una situazione che continua ad influenzare i mercati nazionali ed internazionali. Durante il fine settimana appena trascorso ci si aspettava un possibile accordo tra le due parti, ovvero tra il partito dei Repubblicani e il Partito dei Democratici. Ma nulla di fatto.

Rimandata, quindi, la soluzione che tutto il modo si aspettava. Democratici e Repubblicani non sono riusciti a mettersi d’accordo e il possibile default di una delle principali economie del paese si avvicina sempre di più.

Per quanto riguarda le prime fasi delle contrattazioni europee, il dollaro ha pagato per il mancato raggiungimento dell’accordo rimanendo sotto rispetto allo yen e rispetto all’euro.

Venerdì scorso si pensava ad un possibile negoziamento tra i due principali partiti nell’arco del sabato e della domenica ma nulla. Così gli uffici federali hanno continuato a chiudere e la giornata di giovedì, scadenza per gli USA, è sempre più vicina. Infatti, il mancato innalzamento del tetto del debito pubblico americano, porterebbe al default dell’intera economia degli Stati Uniti d’America, un default che avrebbe delle notevoli influenza su tutta l’economia mondiale.

Mentre nella giornata di oggi i vertici del governo americano continuano a cercare una nuova soluzione, il dollaro si allontana dai massimi dopo due settimane toccati su yen, quanto, nella giornata di venerdì, era salito a 98,60 per poi scendere a 98,29 e chiudere a 98,56.

Il mancato accordo del governo americano fa perdere le posizioni al dollaro anche nei confronti dell’euro che avanza a 1,3561 dollari da 1,3541. Una situazione difficile quella attuale che aveva già dato vita a fenomeni come il Dollaro sotto forti pressioni e L’influenza USA sulle valute.

Photo Credits – Getty Images