Peso Messicano, segue la congiuntura Usa

di Paolo Valori Commenta

Nel corso del tempo la valuta del Messico, ha evidenziato una discreta correlazione con l’andamento del ciclo economico degli Stati uniti. Soprattutto ultimamente  in concomitanza con l’avvio del tapering il peso ha perso rispetto al dollaro.

Volatilità del peso messicano ai massimi da undici mesi

Secondo l’analisi degli esperti di Rbs Bank: ”  Avvio del nuovo anno sulla falsariga di come è stato chiuso il 2013 per il Peso Messicano. La divisa del Paese centroamericano nelle ultime tre settimane ha perso colpi rispetto al dollaro Usa complice principalmente l’annuncio dell’avvio del tapering (riduzione graduale degli acquisti di asset) da parte della Federal Reserve. Dal 18 dicembre, giorno in cui la Fed ha annunciato la riduzione da 85 a 75 mld di dollari degli acquisti mensili di bond, il Peso ha ceduto quasi il 2% rispetto al biglietto verde. E il susseguirsi di dati incoraggianti dalla congiuntura statunitense alimentano le attese di una riduzione veloce delle misure straordinarie di stimolo monetario da parte della Fed indebolendo ulteriormente la divisa messicana. Il saldo complessivo del 2013 per il Peso Messicano è stato sostanzialmente in parità contro il dollaro anche se da maggio in avanti la discesa è stata di oltre il 9%. Negativo per quasi il 6 per cento invece il bilancio dello scorso anno contro l’euro.

Prosegue a gonfie vele il cammino del peso messicano

Nell’ultimo anno si è quindi confermata la forte correlazione dell’andamento del Peso con le notizie in arrivo dagli Stati Uniti, che sono di gran lunga il principale partner commerciale del Messico. Storicamente il Peso è positivamente infl uenzato dal rafforzamento della congiuntura statunitense, ma negli ultimi mesi buoni segnali in arrivo dagli Stati Uniti non hanno fatto bene alla valuta locale poiché hanno alimentato le attese di un graduale ritiro delle misure di sostegno monetario da parte della Fed. Attese che si sono concretizzate a dicembre impattando negativamente principalmente sulle obbligazioni messicane che tra quelle dell’America Latina sono le più correlate all’andamento dei titoli di Stato a stelle e strisce.