Previsioni chiusura Euro/Dollaro 25 Settembre 2012

di Francesco Giocondo Commenta

Dopo un avvio di seduta disastroso il cambio Euro/Dollaro prova a cambiare tendenza, anche se il peso delle prime ore condiziona irrimediabilmente la chiusura di giornata. Durante le contrattazioni di ieri una long black candle ha trascinato al ribasso il prezzo ed il timido recupero della seconda metà della seduta non è riuscito ad invertire una situazione ormai compromessa.

L’andamento negativo di oggi assomiglia per certi versi a quello di ieri; un’altra long black candle ha disegnato un doppio minimo importante a quota 1.2890 che ora diventa il supporto operativo di medio termine da controllare in close giornaliero. La perdita di questo livello darebbe un segnale di “short” che confermerebbe la tendenza negativa anticipando di poco l’incrocio di medie mobili sul grafico orario ormai prossimo. Attualmente il cambio ha superato il massimo di questa mattina ma non quello di ieri, per poi ripiegare nuovamente su se stesso; la resistenza da controllare ora è posizionata a 1.2955 e corrisponde con il punto di incrocio previsto per le medie mobili a 100 e 200 ore. Attualmente non conviene prendere posizione; gli swing “disordinati” ed i movimenti con long candle hanno compromesso il grafico orario tanto da rendere pericolose le operazioni intraday. Meglio invece attendere l’uscita direzionale dai due livelli indicati; il range interno diventa ingestibile anche nel breve termine visti gli ultimi movimenti, mentre al di fuori di questo il cambio potrebbe riprendere il cammino di tendenza a seconda della rottura. Verso l’alto il primo target sarà poi a 1.3025 mentre al ribasso il cambio è atteso sotto a 1.2780 entro il close settimanale.