Previsioni Euro/Dollaro 27 Settembre 2012

di Francesco Giocondo Commenta

La situazione di Euro/Dollaro comincia a dipendere fortemente dai cross “concorrenti”, come Usd/Jpy ed Eur/Jpy; la situazione mondiale degli scambi economici si basa fondamentalmente su queste tre valute, ritenute le più rilevanti, anche se c’è da dire che cross minori come Eur/Chf possono in certe circostanze diventare fin più influenti.

Attualmente l’attenzione mediatica è concentrata su Usd/Jpy; la corsa rialzista registrata tra il 13 settembre ed il 20 settembre circa si è arrestata sul top relativo prossimo a 79.25, resistenza di lungo termine che ora diventa anche il target dell’eventuale movimento rialzista. La discesa successiva al 20 settembre si è arrestata nel range compreso tra i due livelli chiave a 77.91 e 77.59. Questi diventano ora estremi operativi da seguire in close di candela a 4 ore; la direzionalità del cambio, messa in dubbio dalla discesa registrata nell’ultima ottava, ritornerà sul grafico dando spunti per operazioni di medio termine che avranno un effetto preciso anche su Euro/Dollaro. La direzione di quest’ultimo sarà contraria ad Usd/Jpy e sicuramente più interessante in termini di estensione. Il cross Euro/Dollaro ha al momento target ben più ampi e più certezze sulla direzionalità messa in dubbio dalle fasi laterali che siamo abituati a vedere su Usd/Jpy.

Discorso diverso per Eur/Jpy; è facile che questo cambio non darà particolari spunti operativi fintanto che le contrattazioni resteranno al di sotto di 100.30 punti. Sotto a questa soglia la negatività sarà poco direzionale e lenta, mentre al di sopra di questo livello statico da controllare in close orario il rialzo sarà netto e deciso e punterà al recupero diretto di quota 102.85 per consolidare l’up-trend storico.