Previsioni Forex di inizio dicembre

di Paolo Valori Commenta

Photo Credits - KAZUHIRO NOGI - AFP - Getty Images - 172815366La prima settimana del mese di dicembre evidenzia quelle che sono le aspettative di questo ultimo mese dell’anno, un mese che parte con l’euro e la sterlina che continuano a salire. Una salita, quella della moneta unica e della sterlina, che invece non sembra riguardare yen e comodities. Infatti quest’ultimi continuano a ritirarsi. I mercati guardano con particolare attenzione anche il dollaro americano, dollaro americano da cui ci si aspetta una ripresa.

L’euro è stato aiutato dai numeri sull’inflazione, numeri sull’inflazione che sono stati al di sopra delle aspettative. Per quanto riguarda il Regno Unito si evidenzia che la sterlina è stata chiaramente aiutata da un PIL forte, un PIL che ha così potuto aiutare la stessa moneta. Per quanto riguarda l’America si evidenzia che il numero dei disoccupati è sceso, un numero che è in calo per la sesta settimana consecutiva. Quest’ultimo dato ha evidenziato di come si sia rafforzata la condizione del lavoro in America, un rafforzamento che dovrebbe portare dei chiari giovamenti.

Nella giornata di oggi il Presidente della Fed Ben Bernanke parlerà a Washington DC. Il discorso è previsto per le 13:30 e ci si aspetta che il fornisca quelli che sono gli indizi sull’escursione dei tassi. Ma non è tutto per questa prima settimana di dicembre. Infatti nella giornata di domani ci saranno delle decisioni sul tasso australiano a seguito della Banca di Riserva d’Australia che manterrà il tasso in contanti a 2,5, tasso in linea con il consenso di mercato. Queste le principali notizie di questa prima settimana dopo la fine di novembre con L’euro cresce e si avvicina ai massimi dal 2009 e La previsione degli esperti di Jp Morgan sui cambi.

Photo Credits – KAZUHIRO NOGI – AFP – Getty Images – 172815366