Il servizio BillPin diventa sempre più internazionale

di Simone Ricci Commenta

171998897BillPin, il servizio che ha sede a Singapore e che è utile per frazionare le banconote, è diventato internazionale. In pratica, esso può ora fare affidamento su ben quaranta diverse valute, tra cui si può ricordare la celebre moneta digitale Bitcoin, oltre a una unità monetaria che potrà sorprendere, ma che trascende qualsiasi geografia, la birra. Il servizio asiatico in questione esisteva già da diverso tempo, ma il lancio ufficiale risale solamente allo scorso mese di febbraio, mentre ci sono voluti altri cinque mesi per renderlo disponibile a tutto il mondo.

L’obiettivo da perseguire è molto semplice, vale a dire creare un luogo in cui gli amici possano lasciare traccia di ciò per cui vantano un debito. Si può trattare di cibo, scommesse, bevande e quant’altro. Oltre a queste spese, poi, se ne possono effettuare altre, delle vere e proprie transazioni commerciali. L’ultima novità che è stata introdotta prevede che BillPin sfrutti una serie di valute per migliorare e velocizzare tutte queste operazioni di cui si sta parlando. Ad esempio, se si è in possesso di una maggioranza di banconote in baht thailandesi (la valuta locale), si possono anche sfruttare i dollari americani per entrare in contatto con dei colleghi che risiedono negli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, inoltre, i beni da scambiare possono beneficiare di altre divise, come ad esempio le sterline britanniche e i dollari di Singapore, senza dimenticare la già citata unità di birra. Non si sta parlando di una semplice application, visto che il suo utilizzo rappresenta molto di più. I mercati principali sono senza dubbio Singapore, India e Stati Uniti, come ha reso noto il cofondatore Darius Cheung. Le transazioni cumulative hanno superato recentemente i 300mila dollari, mentre sono arrivati a venti milioni gli scambi tra utenti. BillPin è disponibile per Android, iOS e tramite il suo sito web presenta vari collegamenti per semplificare ogni operazione.