Sterlina ed euro continuano a salire

di Valentina Cervelli Commenta

Sterlina ed euro tornano a salire, sebbene in modo contenuto entrambi. Con tutto ciò che ne consegue per i diversi mercati di riferimento. La buona notizia per le economie dell’Eurozona è che nonostante il nuovo guadagno il conio dell’unione è rimasto più basso rispetto ai massimi della scorsa settimana.

euro-dollaro

Il dollaro sale però nei confronti dello yen in un contesto, che va sottolineato, non è sembrato particolarmente scosso rispetto al lancio dell’ultimo missile nordcoreano come si pensava potesse accadere. Nello specifico il cross euro/dollaro ha aggiornato il massimo intraday a 1,1986 in concomitanza con il dato sulle vendite al dettaglio Usa, che in agosto sono calate dello 0,2% . E’ comunque importante ricordare che i massimi raggiunti sono stati pari al 1,2092 come non accadeva da circa due anni.

Per il dollaro, è evidente, non è un momento estremamente positivo e questa sua debolezza generale si fa sentire anche nei confronti della sterlina che in maniera lineare estende il proprio rialzo sul dollaro fino a toccare quota 13615, un livello che non si vedeva dai tempi del referendum sulla Brexit. La causa è legata alle indicazioni della Bank of England sulla possibilità di un rialzo dei tassi in tempi brevi. La valuta inglese ha guadagnato anche sull’euro che è sceso a 0,8814 sterline sulla scia di questa notizia: fattore comprensibile se si pensa all’immobilismo di questo particolare stimolo per ciò che concerne le altre potenze economiche mondiali. Non è un segreto che sia la Fed che la Bce sembrino intenzionati a prendere con molta calma la strada di eventuali rialzi.