Trump decide e lo yen va !

di Daniele Pace Commenta

Dollaro giù contro lo yen, dello 0,42%, fermo a quota 114,61, ma su contro la sterlina. La coppia GBP/USD scende dello 0,37% e si attesta a 1,2501.

Le decisioni del neo-presidente USA, Donald Trump, stanno smuovendo, come era prevedibile, i mercati valutari, che girano anche attorno alle parole del consigliere BCE Nowotny, che rinvia a dopo giugno eventuali cambiamenti di politica monetaria in Europa.

Così l’euro va ai minimi sul dollaro e perde lo 0,65% oggi, attestandosi a 1,0625 sul biglietto verde. Non hanno stimolato la moneta unica, nemmeno i dati sull’inflazione tedesca, migliori del previsto.

Il dollaro sale a 101 punti nell’indice di confronto con le altre valute, e le notizie americane rafforzano lo yen giapponese, anche se con Trump, i mercati sembrano soffrire di particolari oscillazioni, e domani la situazione potrebbe invertirsi. Il presidente nulla potrà fare invece, contro i deludenti dati economici USA per quel che riguarda la crescita. Al riguardo, la Fed non dovrebbe fare mosse a sorpresa, lasciando inalterati i tassi.

Quindi dollaro giù contro lo yen, dello 0,42%, fermo a quota 114,61, ma su contro la sterlina. La coppia GBP/USD scende dello 0,37% e si attesta a 1,2501, quota che resterà stabile almeno fino al meeting della BoE di giovedì.

La coppia EUR/GBP invece scende di 0,26% a 0,8498, ma anche qui la situazione resterà altalenante, con oscillazioni ad ogni dichiarazione sulla Brexit.