Crisi, New York Times: “Pericolo deflazione in Europa”, rischia la Spagna

di Alberto Brambilla 1

rebajas-1In Spagna, per la prima volta in 50 anni, sono crollati i prezzi dei beni di consumo. Un evento eccezionale tanto quanto la crisi che fa parlare il New York Times di “paura deflazione in Europa”. La caduta allo -0,1% ricorda gli anni ’60, ma la situazione è più che mai attuale. Secondo il quotidiano newyorkese il calo dei prezzi è generalizzato e diffuso pressoché su tutti i tipi di merce. “Stanno suonando gli allarmi”, sentenzia – non senza ironia – il presidente dell’Associazione dei lavoratori autonomi di Spagna, Lorenzo Amor. “La deflazione sarebbe una catastrofe per l’economia spagnola”. In ogni caso, a ben guardare, la Spagna non si trova sola a vacillare pericolosamente sull’orlo del precipizio. Le tengono compagnia paesi come Lussemburgo, Portogallo e Irlanda che hanno a loro volta registrato un calo sistematico e prolungato dei prezzi. Anche gli Stati Uniti rischiano: i prezzi sono al -0,1%, ma secondo gli analisti le politiche monetarie della Federal Reserve (tassi azzerati e quantative easing) riusciranno a tenere a bada il fenomeno, o almeno daranno agli americani il vantaggio necessario per studiare le disavventure d’oltre Oceano. Resta da vedere se e quando la Bce deciderà di mettere in campo le misure straordinarie che ha annunciato da tempo, sempre che non sia troppo tardi. Per oggi all’Eurotower sono attesi i discorsi di Ordonez (9:30) e di Papademos (19:00).

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.