L’euro in leggero recupero mentre l’America è in attesa sui dazi

di Daniele Pace Commenta

euro-dollaroL’euro tenta un recupero, dopo 15 giorni di continui ribassi, approfittando della pausa di riflessione del dollaro. Gli investitori americani si attendono notizie positive dai colloqui tra Usa e Cina, per una svolta sulla questione dazi. Il recupero però è lieve, anche perché di contro, gli investitori europei, non sono convinti sulla moneta unica. Molto dipende anche dalla BCE, che però dovrebbe confermare la sua politica monetaria, vista la debolezza economica del vecchio Continente. Tassi bassi e acquisti, seppur mascherati.

Le coppie

Il dollaro scende sui mercati, con la possibilità di un risultato positivo nei colloqui tra i due giganti commerciali mondiali, che lo farebbero allontanare dalla condizione di bene rifugio, e darebbero il via ad investimenti più rischiosi sui mercati.

Attualmente (ore 10:40) comunque, la coppia EUR/USD sale dello 0,12%, a 1,1307 dollari. L’euro si apprezza anche sulla sterlina britannica, ma solo dello 0,05%. La coppia EUR/GBP va a 0,8758 sterline. Euro in forte ascesa invece sullo yen giapponese, per cui vale lo stesso discorso del dollaro. La coppia EUR/JPY sale dello 0,26% a 125,02 yen, mentre l’apprezzamento sulla lira turca è dello 0,82%, con la coppia EUR/TRY a 5,9969. L’euro sale dello 0,35% anche sul rand sudafricano, con la coppia EUR/ZAR a 15,9314.