Home Economia Ritorno alla Lira grazie al Dollaro USA?

Ritorno alla Lira grazie al Dollaro USA?

0

Quanti italiani vorrebbero tornare alla Lira? Probabilmente tutti quelli che si sentono “traditi” dal cambio con l’Euro (anche se il 99% di questi non conosce l’inflazione e continua a vaneggiare sul cambio sfavorevole di 10 anni fa’) e siamo certi ce n’è sono moltissimi. In un certo senso quindi questa linea di pensiero sostiene la presa di posizione della Grecia che vuole l’uscita dall’Eurozona ed il ritorno alla sua moneta personale.

In Italia già qualche tempo fa’ si parlava del ritorno alla Lira, con le banche che si preparavano per la remota possibilità che l’Euro crollasse e servisse un’operazione di emergenza. Ora, con la Grecia che vuole uscire e la BCE nel panico, si ritorna sullo scottante tema del ritorno al vecchio conio ma questa volta i piani sono più precisi e non più solo voci.

LE BANCHE SI ATTREZZANO PER IL RITORNO DELLA LIRA

Visto che la Bce e la Commissione Europea sono ritenuti responsabili del disastro dell’Euro (insieme alla Germania, visto che il 90% delle decisioni arrivano da li) come si fa’ a “staccarsi” da queste istituzioni? Secondo Libero Quotidiano, ripreso da Wall Street Italia, serve l’aiuto degli Americani.

Si potrebbe infatti ipotizzare che il ritorno alla Lira può avvenire pressochè immediatamente, ma servirebbe una linea di credito per i primi due anni. Si ipotizzano nella simulazione circa 1,500 miliardi di Euro di cui si farebbero carico gli Stati Uniti.

Secondo Carlo Pelanda però il costo da mettere in conto sarebbe elevatissimo, tanto che conviene di più “far funzionare l’Euro” piuttosto che mettere in atto un’uscita di emergenza di queste dimensioni. Questo è il motivo per cui la Grecia non è ancora fuori del resto; un ritorno al passato costerebbe più di quanto si può immaginare e tutto sommato se la Bce e la Commissione Europea volessero risollevare le sorti, hanno ancora i mezzi per farlo.

OLANDA FUORI DALL’EURO?