Bank of America cambia le sue divisioni relative al Forex Trading

di Simone Ricci Commenta

100630-bank-of-america-signBank of America Merril Lynch, uno dei principali istituti di credito degli Stati Uniti, sta riorganizzando la propria piattaforma di tassi globali e di valute con cui fare trading, una novità molto interessante che merita di essere approfondita (vedi anche Bank of America prevede rafforzamento rupia indiana). Come è stato spiegato dai responsabili della divisione trading e commodities, le modifiche che sono appena state descritte riflettono gli sforzi compiuti dal gruppo newyorkese per sfruttare le opportunità messe a disposizione dal mercato a livello internazionale.

Nel dettaglio, Tom Gillie, a capo del Forex Trading relativo al G10, si è trasferito a Hong Kong, in modo da rafforzare il proprio business valutario in relazione alla regione dell’Asia-Pacifico. In aggiunta, egli continuerà a focalizzarsi sui business core. Allo stesso tempo, Chris Bae, si trasferirà da Londra a New York, così da mantenere una presenza importante e dotata di esperienza per quel che concerne le Americhe. Nella capitale britannica, poi, Bank of America ha deciso di assumere Jim Coulton (ex Goldman Sachs) come capo della divisione che si occuperà dei tassi e delle valute in riferimento all’Europa, al Medio Oriente e all’Africa.

Il nuovo lavoro comincerà alla fine di questo mese (finora Coulton si è occupato di Forex Trading nei mercati emergenti). I cambiamenti, inoltre, seguono molto da vicino una serie di novità che sono state annunciate nei giorni scorsi per quel che riguarda le piattaforme della banca a Singapore e a Hong Kong. In effetti, sempre alla fine di maggio vi sarà l’atteso ingresso di Huilin Tan e Weng Khong Wong come direttori nella divisione relativa alle vendite istituzionali nella minuscola città-stato asiatica. Tan si occuperà di un nutrito portafoglio di banche centrali, hedge fund e investitori monetari, mentre Wong focalizzerà la propria attenzione sui soli fondi speculativi. Si tratta di due ex dipendenti di JPMorgan, i quali hanno ricoperto fino a oggi dei ruoli piuttosto simili legati al Forex Trading.