Forex, dopo un euro forte potrebbe esserci una discesa brusca

di Paolo Valori Commenta

Negli ultimi mesi è stato registrato un buon andamento dell’euro nel forex  ma dal secondo semestre dell’anno c’è da mettere in conto stando alle previsioni degli analisti un probabile crollo della moneta unica. Intanto si aspetta con molta ansia quali possano essere le future mosse della Banca centrale europea in materia di politica monetaria visto che il presidente Mario Draghi a detto di essere pronto ad un eventuale QE Europeo. Ma anche se sembra che l’euro stia andando più che bene, stando alle voci di alcuni analisti, il cambio euro-dollaro è inesorabilmente destinato a crollare. In effetti se per questi mesi di primavera e quelli di inizio estate, in previsione ci sono risultati positivi, i grandi investitori internazionali scommettono su un imminente crollo dell’euro, la cui causa andrebbe ricercata nei grandi rischi di stagnazione economica e sulle aspettative di nuove misure espansive da parte della Banca centrale europea.

Forex, l’Euro mostra ancora spazi di salita

E stando alle previsioni forex effettuate dagli esperti di Morgan Stanley la moneta unica presto sarebbe destinata a crollare molto presto, ma non sarà, come si sono affrettati a spiegare, una caduta immediata, in quanto la discesa inizierà soltanto a partire dal secondo semestre dell’anno. Inoltre, la banca d’affari americana si aspetta che il cambio euro/dollaro rimanga ancora in area 1,40 fino a giugno, fino al momento in cui nei 6 mesi successivi è prevista una forte discesa fino a 1,33.

Il trend discendente dovrebbe avere una forte accelerazione nel 2015, quando la Federal Reserve avrà già eliminato del tutto il piano di stimoli monetari e alzato i tassi di interesse mentre la Bce sarà ancora alle prese con una politica monetaria accomodante.