Bloomberg, Italia presto in crisi di nuovo

di Valentina Cervelli Commenta

Bloomberg non le manda a dire e prevede un nuovo momento di crisi per l’Italia: presto, sebbene eviti di pronunciarsi sulle tempistiche portando ad esempio tutte le criticità che riguardano l’attuale situazione economica del Belpaese.

Secondo l’articolo recentemente pubblicato a tal riguardo dal media economico, ci si aspetta sia un nuovo scontro UE- Governo come accaduto per la manovra, sia un aumento dell’incertezza sui mercati finanziari, da parte degli investitori, per ciò che concerne i titoli di Stato italiani. Una situazione tutt’altro che rosea peggiorata dalla scarsa capacità della politica di mantenere gli impegni.

Tutti sappiamo che la prossima crisi in Italia è in arrivo, è semplicemente una questione di quando. Il deficit di bilancio sta deragliando fuori controllo, e a un certo punto Bruxelles dovrà intervenire per far fronte alla sempre più probabile violazione delle sue regole fiscali.

Al momento il nostro paese non sarebbe ancora entrato in una situazione di emergenza, ma secondo Bloomberg, le possibilità che l’Italia raggiunga il suo iniziale target di deficit per il 2019 pari a 2,04%, già rivisto tra l’altro al rialzo al 2,4%, sono da considerare “frutto di pura fantasia“, ancor di più ora con il rischio di recessione in atto. La situazione peggiorerà a tal punto, spiega, che non sarà facile “per la Commissione Ue da mettere sotto il tappeto“. Senza contare la questione del debito pubblico che magari non porterà l’Italia in default ma che senza dubbio avrà conseguenze sia su di lei che sull’intera Eurozona.

E cosa dire della questione dell’IVA: a meno di fondi alternativi il ministro del Tesoro Giovanni Tria ha sottolineato che l’aumento avverrà. Qualcosa che il Governo continua a negare e che secondo il giornale mostra come Movimento 5 Stelle e Lega si trovino in uno “stato di negazione della realtà che non preannuncia niente di buono“.

Tutte cose che non faranno bene allo spread ed ai titoli.