Home Economia La corona svedese guadagna su euro e dollaro

La corona svedese guadagna su euro e dollaro

0

La corona svedese ha raggiunto oggi il suo livello più alto degli ultimi quattro mesi rispetto all’euro: si tratta di un apprezzamento provocato in larga misura dall’ultima scelta di Riksbank, la banca centrale della nazione scandinava, la quale ha interrotto i propri allentamenti monetari per indebolire la valuta in questione (vedi anche Corona svedese rallentata dai dati sull’inflazione). La divisa nordica ha fatto registrare un rialzo pari a 0,9 punti percentuali rispetto alla moneta unica europea, giungendo in questa maniera a quota 8,4918, ovvero il picco maggiore dallo scorso 2 ottobre.

La percentuale in questione si riferisce ovviamente alla Borsa di Stoccolma. Il guadagno rispetto al dollaro americano è arrivato fino all’1%, per un controvalore di 6,3031, come non accadeva da una settimana a questa parte. Secondo analisti e strateghi, la mossa della banca centrale non deve apparire come sorprendente, mentre invece stupisce come la stessa corona non sembra avere molto significato per la Riksbank. Tra l’altro, non bisogna dimenticare che il prossimo weekend, ormai sempre più vicino, sarà caratterizzato dal meeting di Mosca tra i ministri finanziari del G20, i quali si concentreranno soprattutto sull’attuale minaccia delle guerre valutarie internazionali, un fenomeno che si “combatte” a suon di svalutazioni strategiche.

Giusto un mese fa, il ministro svedese delle Finanze, Anders Borg, aveva annunciato come la politica dell’istituto di credito centrale non fosse improntata al taglio dei tassi di interesse oltre certi limiti, ma più che altro a prevenire gli stessi. Il tasso principale è rimasto invariato oggi all’1%, una decisione che era stata prevista da poco più della metà degli economisti interpellati da Bloomberg. Le ultime previsioni parlano chiaramente di un possibile recupero dell’economia di Stoccolma nel corso di quest’anno, visto che la crescita occupazionale dovrebbe essere ben potenziata. I paesi della Scandinavia sono spesso stati additati come “virtuosi” dal punto di vista economico, ma i problemi esistono anche qui.