Euro ancora debole. Il dollaro tiene

di Daniele Pace Commenta

euroL’apertura settimana del mercato forex vede ancora l’euro indebolirsi, mentre il dollaro segnala una certa stabilità. Sulla moneta unica pesano ancora le tensioni sullo spread italiano, con polemiche che coinvolgono Salvini e il presidente della Commissione Europea Juncker. Arriva lo scontro tra Italia e Ue sul piano di bilancio italiano, che ha fatto spegnere la fiducia dei mercati.

Il forex

La coppia EUR/USD va giù dello 0,36% a 1,1480 ad un’ora dell’apertura dei mercati. La moneta unica, con lo scontro in atto, continua ad indebolirsi sul biglietto verde, e le previsioni a breve non vedono segnali di inversione.

L’Italia non cambierà idea sul bilancio, ma gli interessi sul debito pubblico continuano ad aumentare. Ma non è solo la paura sul debito pubblico italiano a pesare sull’euro. Anche i dati economici europei non sono confortanti. Si teme un forte rallentamento dell’economia, dopo che la produzione industriale tedesca ha segnato il terzo stop consecutivo su base mensile.

Esattamente inversa la situazione dall’altra parte dell’oceano, con i dati americani quasi tutti positivi. Fa bene al dollaro anche il rialzo dei tassi della Fed.

L’indice del dollaro USA sale dello 0,22% a 95,52, restando ai massimi degli ultimi due mesi. La preoccupazione Usa però è il rallentamento della crescita occupazionale nell’ultimo mese, a causa del forte maltempo che ha investito la costa occidentale.