Moody’s: 114 banche nel mirino

di Roberto 3

Moody’s provoca un brivido al settore finanziario … L’agenzia di rating ha annunciato l’intenzione di declassare i rating di 17 grandi banche mondiali e di ben 114 istituti finanziari europei, per riflettere i maggiori rischi legati alla crisi del debito della zona euro.

L’agenzia di rating si propone di ridurre di tagliare UBS, Credit Suisse e Morgan Stanley di tre notch mentre BNP Paribas, Credit Agricole, Barclays, Deutsche Bank, HSBC Holdings e Goldman Sachs verranno sanzionati con un downgrade di due notch. “I gruppi che operano sui mercati dei capitali si trovano ad affrontare sfide in continua evoluzione, con condizioni di finanziamento più deboli, spread creditizi più ampi, un inasprimento della regolamentazione e condizioni di lavoro più difficili”, scrive Moody’s in un comunicato.

“Se ci sono fattori attenuanti come la posizione del supporto di molti governi nei confronti dei propri sistemi bancari così come delle politiche monetarie accomodanti, questi sono superate da (tali) pressioni”, ha sottolineato l’agenzia di rating.

Lunedì, l’agenzia di rating aveva abbattuto la propria scure su sei paesi europei, tra cui l’Italia, la Spagna e il Portogallo, mettendo in guardia  Francia, Gran Bretagna e Austria, di fornte al rischio di un possibile downgrade dei loro rispettivi rating. Il mese scorso, Standard & Poor’s aveva declassato la Francia e l’Austria (privandole della preziosa tirpla A) e altri sette altri paesi della moneta unica. L’agenzia ha inoltre ridotto di un notch il rating del Fondo europeo di stabilità finanziaria (EFSF), il fondo di salvataggio della zona euro.

Tra i sedici paesi posti nel mirino, l’Italia è il più sorvegliato (e minacciato): ben 24 gruppi finanziari sono infatti a rischio downgrade. Seguono la Spagna (21), la Francia (10), il Regno Unito (9), l’Austria (8), la Danimarca (8), la Germania (7), il Portogallo e i Paesi Bassi (6). Non dormiranno sonni tranquilli nemmeno le banche della Svezia (5), della Slovenia (4), della Svizzera (2) e della Finlandia, della Norvegia, del Belgio e del Lussemburgo (1). Moody’s ha altresì sanzionato diverse compagnie di assicurazione, facendo riferimento alla loro esposizione al debito di Spagna e Italia. Tra le società declassate vi sono Generali e Allianz. L’agenzia americana ha invece confermato il rating di Axa, Aviva e delle loro controllate, seppur riducendo l’outlook da stabile a negativo.

Commenti (3)

I commenti sono disabilitati.