Home Economia Le ultime previsioni per le monete africane

Le ultime previsioni per le monete africane

0

Quando si parla di Africa e di politica monetaria, la discussione viene limitata al solo rand sudafricano, di cui non si conosce ancora quanto durerà il ribasso: ma vi sono ovviamente altre valute da monitorare nel vasto “continente nero”, dunque si possono fare delle previsioni per quel che concerne i prossimi giorni. Nel dettaglio, cominciando a parlare dell’Uganda, c’è da dire lo scellino locale dovrebbe perdere terreno nei confronti del dollaro americano, a causa della perdita di interesse da parte degli investitori stranieri nei confronti del debito del paese, oltre al fatto che il taglio degli interessi operato dalla banca centrale è destinato a favorire nell’immediato la moneta verde.

Per quel che riguarda, invece, il Kenya, occorre sottolineare come la prossima settimana potrebbe essere improntata a un buon rialzo dello scellino: i sette giorni che si concludono oggi si sono caratterizzati per una quotazione compresa tra gli 84,80 e gli 85 scellini per ottenere un dollaro, ma si attende con una certa sicurezza una domanda sostanziosa da parte degli importatori. Spostando l’attenzione sulla Tanzania, anche in questo caso si ha a che fare con un scellino, il quale si è rafforzato nel corso dell’ultima settimana, grazie soprattutto ai flussi relativi al settore agricolo.

Il discorso può poi proseguire con lo Zambia: la valuta ufficiale, il kwacha, dovrebbe consolidarsi già a partire da domani, visto che le compagnie stanno convertendo i dollari statunitensi per pagare le tasse locali (la scadenza in questione è prevista per venerdì prossimo). La naira nigeriana, al contrario, è prevista in declino rispetto alla moneta verde, con gli importatori che sfrutteranno al massimo i rally recenti di questa moneta per i pagamenti esteri. Infine, l’intero outlook africano può essere concluso con il Ghana e il suo cedi; nel dettaglio, quest’ultimo potrebbe allungare il proprio rally a causa del sostegno della banca centrale e dei migliori flussi in dollari americani.