Home Mercati Emergenti Quanto durerà ancora il ribasso del rand?

Quanto durerà ancora il ribasso del rand?

0

Dopo che le materie prime hanno trascinato al ribasso il rand, la valuta sudafricana ha concluso la scorsa settimana estendendo le proprie perdite: in effetti, nei sette giorni in questione è stato registrato il peggior declino in assoluto delle ultime tre settimane, tanto è vero che i rendimenti delle obbligazioni del paese africano sono cresciuti in modo sostanzioso, visto che il deficit commerciale si è ampliato e l’agenzia di rating Moody’s ha provveduto a rivedere al ribasso il giudizio sulla nazione (investire in bond di paesi emergenti a fine 2012). L’ultimo calo del rand è stato pari a 1,1 punti percentuali, con un indebolimento che ha caratterizzato le contrattazioni della Borsa di Johannesburg.

Per quel che concerne i già citati ritorni economici, invece, i titoli in scadenza nel 2012 (si tratta dunque dei bond decennali) si sono attestati al 6,75%. Il Sudafrica è uno dei mercati emergenti su cui gli investitori finanziari hanno riposto le loro maggiori speranze, ma in questo preciso momento storico non sono tutte rose e fiori, alla luce dei 12,2 miliardi di rand (circa due miliardi di euro) di deficit commerciale, un valore doppio rispetto a quello stimato a luglio.

Di conseguenza, finché non si provvederà a colmare tale gap, anche la politica monetaria ne risentirà fortemente. L’outlook è negativo secondo Moody’s e questo perché l’incertezza è un tratto fin troppo evidente del Sudafrica del 2012. Secondo Standard & Poor’s, inoltre, il debito locale non è dei migliori, ragione per cui bisogna prestare la massima attenzione ai diversi rischi che si corrono. Tra l’altro, il downgrade sudafricano è il primo da quando l’apertheid è terminato nel 1994: gli stessi investitori hanno deciso di acquistare titoli obbligazionari per un totale di trecento milioni di rand (circa quaranta milioni di euro), con una fase di acquisti netti che ormai sta durando da una decina di giorni.