Sale l’euro e scende il dollaro, in attesa di Bruxelles sull’Italia

di Daniele Pace Commenta

euro-dollaroGiornata di rialzo per l’euro, che non sembra soffrire oggi la situazione tra UE e Italia per il Def. Anche lo spread italiano si raffredda, e così la moneta unica guadagna sul dollaro, che resta generalmente debole sui mercati. L’indice del biglietto verde infatti scende leggermente, dello 0,10%, portandosi a 95,28.

L’euro

La moneta unica non risente delle polemiche tra Ue e governo italiano. L’Italiava dritta per la sua strada sul Def, nonostante il declassamento di Moody’s. Le rassicurazioni di Di Maio sulla permanenza in Europa del nostro paese sembrano essere servite a rassicurare i mercati. Ma la UE vuole risposte dal Govverno, pur volendo evitare una crisi che coinvolga lo spread e la moneta unica. Qui c’è cautela, ma gli analisti avvisano i mercati su almeno due settimane di rischio volatilità.

Il dollaro paga il rally delle borse cinesi, il migliore da tre anni a questa parte. A sostenere le borse asiatiche sono state le dichiarazioni di Pechino, per un sostegno totale all’economia cinese contro i dazi americani.

La coppia EUR/USD va a 1,1540, con un +0,23%, mentre la coppia EUR/JPY sale dello 0,42% a 130,14. Il Dollaro guadagna lo 0,16% sullo yen, con la coppia USD/JPY a 112,72 yen. Stabile la sterlina, dopo il calo della scorsa settimana sulle frizioni Brexit. La moneta britannica passa in secondo piano questa settimana, dopo le polemiche italiane. La coppia GBP/USD è ora a 1,3082 dollari.