Tiene il dollaro. Le dichiarazioni di Fed e BoE mandano giù la sterlina

di Daniele Pace Commenta

fedIl dollaro si mantiene stabile nella giornata di oggi, ma la sterlina cede il passo dopo le dichiarazioni attese del Presidente della Fed Jerome Powell e del Governatore della Banca d’Inghilterra Mark Carney, al meeting “Stabilità Finanziaria e Trasparenza delle Banche Centrali” della banca centrale svedese, quella che assegna il nobel per l’economia.

Le coppie

L’indice del dollaro USA va su leggermente, 0,03%, e segna 93,75 punti. Il dollaro resta stabile, anche dopo le pubblicazioni della Fed, che nei verbali di inizio maggio si dichiara convinta di poter alzare i tassi anche con un’inflazione sopra al 2%. Se lo sforamento non sarà eccessivo, e soprattutto avrà un breve termine, allora la Fed continuerà con il programma di rialzo dei tassi.

Questa novità ha stupito gli investitori, che pensavano al superamento di quota 2% come ad un tabù. Altri due rialzi sono previsti per giugno. Li analisti li “quotano” al 95%.

Intanto la coppia USD/JPY sale dello 0,26% a 109,52. Debole la sterlina, con la coppia GBP/USD che scende dello 0,10% a 1,3365.

Euro leggermente su, con la coppia EUR/USD a +0,01% a 1,1719.

Sale il dollaro australiano, +0,11% sul dollaro americano, con la coppia AUD/USD a 0,7584. Coppia NZD/USD su dello 0,10% a 0,6933.