Franco svizzero ai minimi dopo ultime mosse SNB

di ND82 Commenta

svizzeraIl franco svizzero, da sempre considerato una moneta-rifugio (safe heaven), sta attraversando una fase difficile sul forex a seguito delle recenti mosse di politica valutaria messe a punto dalla propria banca centrale. Poco più di una settimana fa, la Swiss National Bank (SNB) ha reso noto che ad aprile l’entità delle riserve in valuta estera sono diminuite a 433,6 miliardi di franchi svizzeri dai 438,3 miliardi del mese precedente. E’ quanto emerge dai dati preliminari elaborati dalla SNB sulla base delle norme del Fmi.

La mossa della SNB ha sorpreso gli investitori, che si sono catapultati a vendere la divisa elvetica. Il tasso di cambio euro/franco svizzero è passato da 1,2350 a 1,2524, toccando i livelli più alti da gennaio scorso. Nonostante le prese di beneficio sull’area di resistenza di 1,2520, il cross Eur/Chf sembra ancora avere le carte in regola per raggiungere il top dell’anno posto a 1,2568 e toccato il 18 gennaio scorso.

DOLLARO AUSTRALIANO AI MINIMI DA 11 MESI

Da inizio settembre 2011 il cross Eur/Chf ha un floor a 1,20, fissato dalla SNB per evitare ulteriori apprezzamenti della valuta elvetica. Eravamo in una fase particolarmente delicata per l’eurozona, mentre infuriava la crisi del debito sovrano dei PIGS. Gli investitori internazionali, temendo una disintegrazione dell’euro, avevano comprato così tanti franchi da spingere il cambio Eur/Chf sulla parità. A quel punto la SNB aveva deciso di fissare un peg a 1,20, annunciando la volontà di acquistare quantità illimitate di valuta estera per difendere questa soglia. Oggi la situazione è completamente diversa e il rischio-euro è diventato praticamente inesistente.

BCE PROVA A INDEBOLIRE L’EURO

Sul forex c’è minore domanda di franchi svizzeri, complice il sentiment di “risk on” sui mercati internazionali. Sul forex il franco è molto debole anche sul biglietto verde. Il tasso di cambio Usd/Chf è salito ai massimi da agosto 2012, passando nel giro di una settimana da 0,94 a 0,9750 circa. Nonostante le prese di profitto dopo questo rally, il cross potrebbe spingersi fino a 0,9970 o addirittura sulla parità nei prossimi giorni.