Home Analisi Tecnica Forex insider: ecco il calendario economico

Forex insider: ecco il calendario economico

1

Inizia una nuova  settimana forex. Mentre i riflettori rimarranno accesi sulla Grecia, per cui il cui rischio default sembra essere stato scongiurato, almeno fino a fine mese, gli investitori focalizzeranno la loro attenzione sulle dichiarazioni di TrichetBernanke circa la politica monetaria,  e sui dati provenienti dagli USA, in grado di fornire una quadro sul mercato del lavoro americano.

Oggi, lunedì 03 ottobre, in zona euro focus sul settore manifatturiero con la diffuzione dell’ Indice prezzi consumo Francia, un market mover che fornisce un’indicazione sullo stato di salute del comparto manifatturiero e sulla crescita della produzione,  e l’Indice PMI dei responsabili degli acquisti di servizi pubblicato dal Markit Economics e del Markit/CIPS.  Anche gli  USA diffonderanno un importante indice, indicatore dell’entità dell’attività manifatturiera registrata nel mese precedente e misuratore economico affidabile. Durante la giornata sarà infatti pubblicato l’ Indice ISM settore manifatturiero.

Martedì 04 ottobre la Reserve Bank of Australia renderà nota la sua decisione  sui tassi d’interesse a breve termine, fornendo segnali e indicazioni  crica la politica monetaria e la direzione dell’economia. Gli eventi più rilevanti della giornata, che potranno determinare una tendenza positiva o negativa sul breve termine, sono le dichiarazioni dei presidenti Trichet e Bernanke, rispettivamente numero uno della BCE e della Federal Reserve. Gli Stati Uniti rilasceranno i dati ufficiali sugli Ordini di fabbrica.

Mercoledì 05 ottobre la zona euro renderà noti i dati sul Prodotto Interno Lordo (PIL), la misura più ampia dell’ attività economica ed indicatore chiave dello stato di salute di un’economia. I cambiamenti percentuali trimestrali del PIL fotografano il tasso di crescita dell’economia nel suo complesso. Gli Stati Uniti pubblicheranno i dati della Variazione occupazionale non agricola (ADP), un indicatore del cambiamento dell’impiego privato, diffuso due giorni prima della pubblicazione dei dati sull’occupazione. Rappresenta un buon indice predittivo dei dati di governo sui lavoratori dei settori non agricoli ufficiali.

Nella stessa giornata l’ Institute for Supply Management renderà noto l’ Indice non manifatturiero (Non-Manufacturing Index, detto anche ISM Services) il cui impatto è tuttavia meno rilevante rispetto all’ISM Manufacturing Index.

Giovedì 06 ottobre sarà una giornata particolarmente importante. Riflettori accesi sulla zona euro. La BCE annuncerà la propria decisione sui tassi di interesse a breve termine, cui seguirà la conferenza stampa, trasmessa sul sito web della BCE, che si configura quale  il principale canale di comunicazione con gli investitori circa la politica monetaria. La previsione circa un taglio dei tassi Bce 2011 a partire già dal mese di ottobre è considerata molto probabile e, forse anche opportuna, dagli operatori del mercato, ma le ultime dichiarazioni dello stesso presidente Trichet, avrebbero dato la sensazione di voler raffreddare “le aspettative di un imminente taglio dei tassi, portando piuttosto l’attenzione sulle misure non convenzionali come la risposta più appropriata” alla situazione attuale dei mercati. Dagli USA si apprenderà il dato sulle Richieste sussidi disoccupazione, il dato viene raccolto dal Department of Labor e pubblicato in un report settimanale.
Il numero di richieste di sussidi di disoccupazione misura lo stato di salute del mercato del lavoro. Il Richard Ivey School of Business del Canadarenederà noto l’ Indice dei direttori uffici Acquisti, che fornisce un’indicazione sullo stato di salute del comparto manifatturiero e sulla crescita della produzione in Canada.

Venerdì 06 ottobre è atteso dal Giappone l’annuncio dei tassi d’interesse a breve termine, decisione assunta dal Comitato per la politica monetaria della Bank of Japan (BOJ) . Gli Stati Uniti concluderanno la settimana macroeconomica pubblicando importanti indicatori  sull’occupazione.
Tra questi,  i Libri Paga Non Agricoli Privati, indice che misura la variazione nel numero di salariati nel corso dell’ultimo mese per tutte le attività non agricole e  in grado di offrire le migliori indicazioni dell’economia e il Tasso di disoccupazione, che misura la percentuale di manodopera totale disoccupata ma attivamente alla ricerca di impiego e disponibile al lavoro negli Stati Uniti.

1 commento

  1. Forex insider: ecco il calendario economico | Forex | Borsa | Finanza | Forex Guida | Notizie di Finanza – Forex in Italiano

    […] a leggere: Forex insider: ecco il calendario economico […]

Comments are closed.