Home Economia Investire nei diamanti

Investire nei diamanti

1

Investire nelle commodities e, in particolar modo, nelle pietre e nei metalli preziosi, è diventato negli ultimi anni uno degli strumenti più utilizzati dagli investitori che desiderano allocare in un “rifugio” sicuro i propri risparmi, nell’attesa che lo scenario internazionale si componga e si delinei in maniera meno tersa. Ma l’investimento in diamanti è davvero un’opzione conveniente?

Apparentemente, almeno a dare un’occhiata superficiale alla strategia adottata da alcuni big del comparto, verrebbe da porre un serio punto interrogativo sulla stabilità del settore. Rio Tinto Group e BHP Billiton, tra i leader mondiali del settore, hanno ad esempio scelto di uscire dall’industria dei diamanti, anche se i prezzi delle pietre preziose (preziosissime!) sono cresciuti ancora, per il quarto anno consecutivo.

Una scelta, ad ogni modo, che poco ha a che vedere con la redditività dell’impiego in diamanti da parte di singoli investitori (che possono scegliere di impiegare i loro risparmi in questo comparto attraverso uno dei tanti fondi o Etf di settore). Sembra piuttosto che la scelta strategica delle società sia stata dettata dall’impossibilità di poter concorrere in maniera incisiva nel comparto a causa di una mancanza di larghe scale, e diseconomie varie.

BHP e Rio, eppure, nel solo 2010 avevano avuto un peso pari al 16% dell’intera produzione mondiale di diamanti. Una quota rilevante, che non ha permesso al duo di poter fronteggiare adeguatamente con i maggiori leader dell’industria produttiva dei diamanti come la De Beers o la russa Alrosa. Considerata la posizione di debolezza nei confronti dei principali big del settore, BHP e Rio hanno pertanto deciso di ripiegare su altri business nei quali possono invece vantare una posizione di leadership scarsamente contrastata.

Il prezzo dei diamante grezzo è cresciuto di 24 punti percentuali nel corso del 2011, replicando in buona parte l’incremento di 32 punti percentuali ottenuto nel 2009 e nel 2010.

 

1 commento

Comments are closed.