Euro crolla a 1,3050$ in attesa Beige Book

di ND82 Commenta

euro-dollaroDopo aver toccato quota 1,32 nella giornata di ieri, nonostante il brutto dato dell’indice Zew tedesco di aprile (nettamente inferiore alle stime di consensus), il tasso di cambio euro/dollaro sta letteralmente crollando nella seduta odierna in concomitanza con il ritorno di un sentiment negativo degli investitori sull’area euro. Stamattina l’asta dei Bund tedeschi a dieci anni ha fatto il tutto esaurito, ma soprattutto i tassi sono scesi sui minimi storici sotto l’1,3%. Il fly-to-quality dimostra che sui mercati gli investitori restano prudenti e preferiscono ancora comprare titoli sicuri.

Essendo inquadrato come una moneta speculativa – considerando i noti problemi della farraginosa struttura dell’unione monetaria – l’euro è stato venduto a mani basse dagli investitori, a partire dalla zona di resistenza di 1,32. La debolezza dell’euro riflette quella dei listini azionari continentali, in profondo rosso dopo il boom dell’asta dei Bund tedeschi. A sorpresa maglia nera in Europa è Francoforte: l’indice Dax30 perde l’1,6%. Male anche Parigi, che perde l’1,5%, e Madrid (-1% circa). Piazza Affari in frazionale calo a -0,25%. Spread sovrani stabili.

Sul forex non c’è solo l’euro in deciso calo ma anche la sterlina in profondo rosso dopo minute BoE, che ha confermato la spaccatura all’interno del Comitato di Politica Monetaria (MPC) tra i vari membri su ciò che concerne la possibilità di procedere con un incremento del piano di quantitative easing. In attesa della pubblicazione del Beige Book da parte della Fed, sul forex il tasso di cambio euro/dollaro quota in area 1,3060, ma ha già toccato un minimo intraday a 1,3050.

La candela giornaliera in formazione, se dovesse confermarsi con una chiusura inferiore a 1,31, sembra indicare un’inversione del trend che nei prossimi giorni potrebbe riproporre un cambio euro/dollaro al di sotto della soglia psicologica di 1,30. Attualmente, a poco più di un’ora dall’apertura di Wall Street, il cambio euro/dollaro perde lo 0,9% circa. L’euro è molto venduto anche nei confronti dello yen: il cambio eur/jpy è sui minimi di giornata poco sopra 127,60.