Analisi Tecnica: Eur/Aud

di Francesco Giocondo Commenta

euraudIl mancato superamento della dinamica passante per 2,1 e la contemporanea reazione dei prezzi sul supporto a 2 favorisce una compressione dei prezzi con formazione di quello che si può definire un doppio massimo proprio in area 2,1. Attualmente quindi alla rottura di 1,85 si può ipotizzare un ritorno in area 1,70 prima e 1,55 poi, nell’arco dei prossimi tre mesi. Nel qual caso invece il doppio massimo venisse violato al rialzo si avrebbe una nuova accelerazione dei prezzi con target 2,2 prima e 2,5 poi.

Le considerazioni fatte valgono per quanto riguarda il medio-lungo periodo, mentre per il breve i supporti più importanti che aiuteranno l’operatività intraday sono coincidenti con le medie mobili ora passanti per 1,766 – 1,8964 – 1,9712. Quest’ultima risulta essere la più importante poichè la media mobile più veloce è quella che ha sostenuto il rialzo fin’ora rimanendo inviolata. Una sua rottura porterà i prezzi con buona probabilità a testare la media mobile più lunga a 1,766 senza trovare difficoltà a superare la media a 1,8964.

In ultimo si rileva una serie di candele inside alla giornata del 18 Dicembre, la quale assume ora doppio valore: infatti il suo massimo è coincidente con il canale passante per 2,1. Una sua violazione favorirebbe un’entrata rialzista a basso rischio con una possibile rapida estensione fino al primo target posto a 2,2.