Dollaro Usa-Dollaro canadese, movimento al rialzo

di Paolo Valori Commenta

Il cambio raggiunge massimi che non si vedevano dal 2009.

Nel corso delle ultime sessioni il cross tra dollaro statunitense e dollaro canadese (cambio USD/CAD) ha fatto registrare un forte movimento al rialzo attestandosi oltre quota 1.29. Un movimento che interessa ai trader che operano sul mercato delle valute.

Quali sono le motivazioni di questo rialzo? Ciò è successo dopo che la Bank of Canada (BOC) ha comunicato ufficialmente un taglio sui tassi di interesse di 25 punti base e una previsione rivista al ribasso sul PIL del Paese.

Occorre, dunque, considerare la situazione nei minimi dettagli per osservare al meglio il movimento al rialzo sul cambio tra dollaro statunitense e dollaro canadese. Informazioni, queste, molto utili per i Forex Trader.

USD/CAD ai massimi del 2009 dopo il taglio sui tassi di interesse

Il cambio si è spostato in alto a quota 1,2922, il massimo da marzo 2009, dopo che la BoC ha annunciato il taglio dei tassi di interesse. Prima della dichiarazione, il mercato era equamente diviso sulla possibità che la banca tagliasse i tassi di interesse proprio nella giornata di oggi.

La dichiarazione politica mostra inoltre delle revisioni al ribasso per il PIL del secondo trimestre, per tutto il 2015 e il 2016.

Il cambio USD/CAD era già scambiato ai massimi di marzo 2015 poco prima della decisione della BoC, dopo che il presidente della Federal Reserve Yellen ha ribadito che i tassi di interesse negli Stati Uniti aumenteranno nel 2015.

USD/CAD: livelli tecnici, focus sulla prima resistenza

Il cambio si trova sopra quota 1.29, in rialzo dell’1.36% per la giornata. La resistenza più vicina è a quota 1.2922, sopra la quale ci si avvicinerebbe al livello psicologico di resistenza a quota 1.30.

Sul versante ribassista, una rottura del supporto a 1.2834 (massimo di marzo 2015) potrebbe portare ad un ribasso verso 1.2780 (massimo del 7 luglio).