Facebook: con Libra profilo come conto corrente

di Valentina Cervelli Commenta

Con l’avvento di Libra il proprio profilo Facebook diventerà come un conto corrente? La risposta potrebbe davvero essere positiva, visto che con la nascita della sua criptovaluta il social network diventerebbe praticamente come una banca.

Il consorzio alla base della nascita di questa criptomoneta, che vede l’azienda di Zuckerberg a posto di comando, potrebbe trovarsi il prossimo anno a gestire una valuta accettata internazionalmente ed in modo trasversale non proveniente da una banca centrale. C’è chi definisce la questione “rivoluzionaria” e difficilmente si può darle torto. Il punto è che molti si chiedono se effettivamente essa sarà di uso sicuro o meno.

Facciamo un piccolo passo indietro e spieghiamo cosa sia Libra: si parla di una criptovaluta basata su una blockchain originale gestita da un’associazione tra cui figura anche Facebook, ideatrice del progetto,  ed altri 27 interlocutori facenti parte del mondo finanziario, business e tecnologico. Con essa si vuole creare un sistema finanziario globale accessibile a tutti la cui prima mossa sarà lanciare un wallet digitale di Facebook per gli utenti di Messenger e WhatsApp che potranno scambiarsi denaro tra di loro in modo istantaneo. Tecnicamete Libra sarà garantita da una riserva composta da valute internazionali e titoli del debito al fine di renderla un “bitcoin” decisamente più stabile dell’originale.

Una cosa è certa: Libra costringerà gli enti preposti a creare un quadro regolamentare per le criptovalute finora non esistente e con molta probabilità porterà ad un maggiore controllo per tutte, dato che per la sua natura la moneta di Facebook richiederà dei permessi specifici di sicurezza che creeranno in tal senso un effetto valanga.