Euro-dollaro: cosa aspettarsi a dicembre

di Valentina Cervelli Commenta

Cosa aspettarsi dal cross euro-dollaro a dicembre? Secondo molti analisti un rialzo simile a quello dei mesi passati se il comportamento della moneta unica europea mostrerà di essere quello sperimentato nel corso della settimana del Ringraziamento.

Il motivo? E’ presto detto: la valuta ha mostrato di saper reggere bene e di riuscire a salire anche in concomitanza al rilascio di dati importanti per l’economia americana. Il miglioramento è apparso sensibile fin da mercoledì scorso in occasione dei dati relativi agli ordini di beni durevoli e in occasione della pubblicazione dei verbali della FED. Va sottolineato: la prudenza negli investimenti deve esservi comunque perché ancora non è chiaro quale sarà la politica statunitense in merito ai tassi di interesse e ciò può influire e non poco sul mercato valutario. Dicembre al momento sembra fuori discussione ma non sapendo cosa ci si può aspettare con l’arrivo del 2018, il breve medio termine deve essere maneggiato con cura per ciò che concerne il trading.

Più importante: l’euro si è rafforzato nuovamente dopo un calo sensibile, nei momenti di maggiore incertezza per l’approvazione della riforma fiscale. E’ necessario quindi regolarsi in base alle notizie che arrivano dagli Stati Uniti e comprendere che un eventuale rialzo della moneta verde è da aspettarsi in caso di buone nuove sull’approvazione di una legge che onestamente fa acqua da tutte le parti.  E l’incertezza della Germania? Potrebbe alla lunga influire sul cross euro dollaro in maniera negativa, soprattutto se dovesse venire a mancare di contorno quello che è il sostegno che la BCE sta mostrando alle diverse economie europee.