Home Coppie Valute EUR/JPY Cambio dollaro/yen sui minimi a due mesi sotto quota 94

Cambio dollaro/yen sui minimi a due mesi sotto quota 94

0

Sul forex continua a brillare la stella dello yen che, dopo aver trascorso mesi a incassare pesanti perdite a causa del lancio dell’Abenomics, sta invertendo bruscamente la rotta favorito dal clima di avversione per il rischio presente al momento sui mercati finanziari. Il tasso di cambio dollaro/yen è crollato fin sotto 94, scendendo sui minimi più bassi da oltre due mesi. I prezzi sono scesi fino a 93,78. Dai top dello scorso 22 maggio di 103,73, il cambio dollaro/yen è arrivato a perdere il 10,6%.

Il bearish trend di breve periodo sembra avere le carte in regola per continuare anche nei prossimi giorni. Il prezzo obiettivo a 3-7 giorni è posto tra 92,50 e 90. Intanto, la forza dello yen sta mettendo k.o. la borsa di Tokyo: ieri l’indice Nikkei-225 ha perso il 6,35% in una sola seduta, portando la perdita dai top di fine maggio al 28%. Gli investitori iniziano a dubitare della bontà del programma di politica economica e monetaria, lanciato dal premier Shinzo Abe e dal neo-governatore della Bank of Japan, Haruiko Kuroda.

CARRY TRADING SU YEN E FRANCO SVIZZERO

Inoltre, il rallentamento delle borse americane ed europee, la volatilità sul mercato obbligazionario e l’incertezza sulle strategie della Fed in tema di quantitative easing stanno spingendo gli investitori a vendere attività rischiose per riposizionarsi sulle valute rifugio, come lo yen e il franco svizzero. La valuta nipponica si sta rafforzando molto anche contro euro, sterlina e dollaro australiano. Il tasso di cambio euro/yen è sceso sui minimi a due mesi sotto 125. Il 22 maggio il cross Eur/Jpy era salito fino a 133,80.

Ciò vuol dire che nelle ultime tre settimane i prezzi sono scesi del 7% dai top di periodo. Il cambio sterlina/yen è sceso in area 147, praticamente sui minimi a due mesi, mentre il cross franco/yen ha rivisto area 101,80 sui bottom da inizio aprile scorso. Se la volatilità sui mercati finanziari dovesse continuare, lo yen potrebbe salire ancora. Tuttavia, a quel punto la BoJ potrebbe intervenire sul mercato per frenare il rally della propria moneta.