Il dollaro Americano riprende forza rispetto alle altre valute

di Paolo Valori Commenta

Pochi i movimenti degni di nota in questo primo scorcio di contrattazioni sul mercato forex, nel nuovo anno. I mercati azionari rimangono sui massimi e la valuta americana riprende quota. 

Il suggerimento di Davide Marone di DailyFX è di operare in modo limitato: ” UsdJpy: nuovi massimi di periodo per il cambio a 105,40. Come tutti i punti di massimo ciò è sfruttabile, ai primi segnali su time frame di breve, come potrebbe provenire dal grafico orario, per delle vendite con stop sopra i massimi (ma un po’ più su del solito) per la ripresa di 105,20, lo stop in pari e un possibile ulteriore 105. Difficile, nel contempo, pensare ad operatività in stop entry che ci porrebbero in ottica 105,75 e 106 successivamente.

>L’investimento sicuro e la tolleranza al rischio
EurJpy: grande forza, e non potrebbe essere altrimenti, anche per il cross per eccellenza. Il pivot daily fa ora da supporto a 144,45 per ripartenze che potrebbero vivere di fiammate verso i massimi in area 145,60 che offrirebbero ottimo RR. Il grafico orario risulta in questo senso emblematico con la media mobile a 21 periodi perfetta nel fungere da supporto dinamico e la cui sola violazione potrebbe indurre a posizionamenti corti che comunque vedrebbero una buona strada potenziale verso 143,50.

L’influenza USA sulle valute

GbpUsd: potremmo spendere le stesse parole utilizzate per l’eurodollaro da un punto di vista di visione complessiva del grafico. E’ utile guardare perciò nel breve allo scenario del grafico orario che vede l’area di 1,6470 ancora come forte supporto e quella di 1,65 come resistenza. Una volta raggiunto verosimilmente questo livello è contemplabile lavorare a break even e valutare possibili estensioni fino ad area 1,6550.