Home Boj Yen in calo dopo commenti di Aso sul G-20

Yen in calo dopo commenti di Aso sul G-20

0

Lo yen è tornato a deprezzarsi sui mercati valutari, a seguito dei commenti rilasciati dal ministro delle Finanze nipponico, Taro Aso, presente al G-20 di Washington con il governatore della Bank of Japan, ovvero Haruiko Kuroda. Mentre la BoJ aumenta frequenza acquisti bond e conferma l’impegno a portare avanti la propria strategia di politica monetaria ultra-accomodante, dal G-20 non sono arrivate critiche al paese del Sol Levante per questa condotta. Aso ha sottolineato di non aver sentito alcuna obiezione da parte dei paesi del G-20.

Stamattina sul forex il tasso di cambio dollaro/yen è tornato sopra quota 99, mentre il cambio euro/yen è salito in area 129,70. Yen rischia crollo senza freni secondo Soros, in quanto la manovra monetaria della BoJ porterà la base monetaria a raddoppiare nel giro di due anni. Secondo Minori Uchida, chief currency analyst di Bank of Tokyo-Mitsubishi UFJ, “I mercati hanno interpretato il commento di Aso come un segnale di accettazione delle politiche monetarie nipponiche”.

Da quanto è stata annunciata la nuova manovra monetaria della BoJ, lo yen ha perso il 10% circa su euro e dollaro, mettendo in preallarme anche i paesi emergenti che temono lo scoppio di una guerra valutaria e minore stabilità sui mercati finanziari. Secondo Uchida, però, non è detto che il cambio dollaro/yen vada a rompere quota 100 nel breve periodo. Di recente Credit Suisse ha dichiarato di attendersi un cambio dollaro/yen a 120 entro 12 mesi. Secondo Junya Tanase, chief forex strategist di Jp Morgan Chase, l’ascesa del dollaro sullo yen sarà graduale.

Secondo l’esperto di Jpm, i movimenti tra dollaro e yen sono correlati ai rendimenti del T-Note decennale. Per assistere al superamento di quota 100, è necessario che il Treasury Bond americano sperimenti un incremento dei tassi all’1,88%. Intanto, il cambio dollaro/yen è salito questa mattina fino a 99,22, avvicinandosi così al massimo di 99,95 toccato otto giorni fa. Il breakout di 100 dovrebbe spingere subito i prezzi fino a 101,50 prima e 103 poi.